I diversi interventi di lipoaspirazione

Nel vocabolario usuale, si parla indifferentemente di lipoaspirazione, liposuzione e liposcultura.
Ritengo che sia importante chiarire definitivamente le differenze che esistono tra questi 3 vocaboli, proprio per meglio indirizzare i pazienti all’intervento più giusto per loro.

Come dicono le parole stesse, tutte e tre i tipi di intervento riguardano la eliminazione definitiva degli accumuli adiposi localizzati in aree più o meno estese.
Rientrano tutte e tre nel gruppo di interventi chirurgici che riguardano la chirurgia del rimodellamento corporeo, e sono gli interventi più richiesti in chirurgia estetica.

Possiamo senza alcun dubbio dire che lipoaspirazione e liposuzione sono esattamente identiche, visto che identificano un intervento chirurgico comune. Quindi i due termini sono sinonimi.

Quindi, per lipoaspirazione o liposuzione si intende un intervento chirurgico che consente di ridurre ed eliminare gli eccessi di grasso, intervenendo su aree definite. Le aree maggiormente interessate sono l’addome, i fianchi, i glutei, le cosce, le ginocchia, le braccia, il mento e il collo.
L’intervento viene eseguito in anestesia locale o totale, e si praticano piccole incisione (da 3 ai 5 mm.) nella zona da trattare. Successivamente vengono inserite sottili cannule cave in acciaio, collegate ad una pompa aspirante medicale oppure utilizzando una apposita siringa atta ad aspirare il grasso. Tramite lievissimi movimenti, il chirurgo raggiunge le zone affette da tessuto adiposo, che viene aspirato attraverso le cannule e depositato in appositi contenitori esterni. I tempi di ritorno alla normale attività lavorativa variano dai 3 ai 5 giorni.

La Liposcultura

La liposcultura è l’evoluzione della lipoaspirazione, e presenta notevoli differenze. Anche la liposcultura si esegue come intervento chirurgico finalizzato alla riduzione ed eliminazione di eccessi di grasso da zone specifiche. Ma mentre con la lipoaspirazione si procede alla semplice riduzione dell’accumulo adiposo, con la liposcultura si rimodella realmente il corpo, evitando inestetiche irregolarità dei volumi e la formazione di avvallamenti cutanei.
La liposcultura pertanto rappresenta un ulteriore passo avanti della lipoaspirazione.

Infatti con la liposcultura il corpo viene rimodellato completamente in modo da creare un profilo armonioso, evitando inestetismi dovuti a irregolarità, avvallamenti o afflosciamenti.

Lipoaspirazione e liposcultura sono oggi due tecniche non invasive utilizzate per  eliminare il grasso in eccesso. Sono entrambe operazioni sicure ed sono ideali per tutte le età. Sono sempre consigliate dopo gli insuccessi che i pazienti hanno conseguito dopo aver provato a dimagrire con diete ed esercizio fisico.

Quali sono i pregi della liposcultura?

Per questo tipo di operazione, si utilizzano cannule più sottili, quindi si tratta di una operazione poco invasiva. Inoltre, si possono affrontare masse adipose di ampia struttura, ma soprattutto è indicata per eseguire minime correzioni, anche in aree anatomiche delicate, quali il collo o il viso.
La liposcultura essendo mini invasiva comporta una ridotta presenza di ematomi e dei tempi di ripresa più rapidi. Si può infatti tornare alla propria attività lavorativa già dopo tre-quattro giorni.

La liposcultura inoltre agisce su ogni livello di accumuli adiposi, dai livelli più profondi a quelli più superficiali. Questo determina un migliore controllo della forma anatomica, eliminando ogni possibile rischio di afflosciamento della area trattata.
Infine, la liposcultura, come dice il termine stesso, è una vera e propria operazione rivolta al tessuto adiposo, volta non solo ad eliminarlo, ma soprattutto a “scolpirlo” e rimodellarlo, ripristinando le naturali proporzioni della parte trattata, e bilanciandola con il resto del corpo.

Non sempre però è necessario avvalersi della liposcultura, in quanto la “semplice” lipoaspirazione è più che adeguata per ridurre ed eliminare i depositi adiposi in zone ristrette. La lipoaspirazione è quindi indicata per la semplice riduzione dell’accumulo adiposo, dove non è necessario ribilanciare e dimensionare i volumi.
Solitamente invece si consiglia la liposcultura su aree ristrette, che comportano una corretta valutazione e proporzione dei volumi.

In abbinamento alla lipoaspirazione ed alla liposcultura, si può eseguire un intervento di lipofilling. Questo intervento consiste nel riutilizzo di piccole quantità di grasso che vengono successivamente iniettate nei punti in cui esistono delle piccole “depressioni”, durante lo stesso intervento.

Ritengo pertanto di avere chiarito quali siano i vari tipi di lipoaspirazione e le loro sostanziali differenze.